Fatti e non parole. Dialogo e non scontro. Basta allarmismi e dietrologie.

Dopo un’estate febbrile di concitato confronto dei nostri rappresentanti delegati della Federazione FIMFT con le attuali forze di governo, per sistemare la questione irrisolta dei massofisioterapisti;  dopo il risultato alla fine  raggiunto, con l’ istituzione degli “elenchi speciali ad esaurimento”, che confluiranno nell’ordine delle professioni sanitarie, non appena usciranno i decreti attuativi, la notizia di oggi è la circolare ministeriale del 29/03/19.

In attesa dei decreti attuativi, il rischio del caos e di provvedimenti inopportuni era altissimo.

Intense e quotidiane relazioni con le istituzioni hanno portato all’accoglimento della nostra richiesta:

Il Ministero della salute, nel recepire anche le nostre preoccupazioni, in più occasioni evidenziate,  invita tutti gli Assessorati alla Salute – con nota 29/3/19 – a sensibilizzare tutte le strutture pubbliche e private, affinché non si adottino provvedimenti su specifiche posizioni personali, che “potrebbero non trovare corrispondenza” nel decreto attuativo dell’art.1 commi 537 e 538 della legge n. 145 /2018 Elenchi Speciali.

In sostanza il Ministero della Salute dimostra di voler portare a termine la partita, di voler sistemare la questione e di tutelare comunque il diritto al lavoro, nonché di auspicare una “rapida adozione del provvedimento” attuativo.  Il monito alle regioni affinché non si attivino corsi ai sensi dell’art.1 della legge 19/5/71 a decorrere dal 1 gennaio 2019, è in linea con quanto disposto per legge.

FIMFT continuerà la strada del dialogo con le istituzioni fino a compimento di quanto avviato. I massofisioterapisti che vogliono far parte di questa realtà rappresentativa,  possono unirsi in ogni momento ad AIMTES o ad AIMFI o ad AMS o ad eventuali sigle che decideranno di aggregarsi.
Buon lavoro a tutti.

F.I.MFT

Un commento su “Fatti e non parole. Dialogo e non scontro. Basta allarmismi e dietrologie.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.