Vi ho trovato un concorso.

Un concorso per fisioterapisti o equipollenti.

Titolo di studio richiesto: diploma universitario di Fisioterapista conseguito ai sensi del D.M. Sanità n. 741 del 14.09.1994, ovvero diplomi e attestati conseguiti in base al previgente ordinamento, riconosciuti equipollenti, ai sensi del D.M. Sanità 27.07.2000, al diploma universitario ai fini dell’esercizio dell’attività professionale e dell’accesso ai pubblici uffici.

Quanto ha “pagato” AIFI in base alla sentenza 7556 del 2013; causa che ha perso?

IL-potere-di-tutti1Vi prego, ragionate con le Vostre teste.

Che scotto ha pagato l’AIFI all’istituto E.Fermi dopo la sentenza 7556 del 2013? Leggete questa sentenza ( Tribunale di PG 2013 vs Aifi ) e fatevi una domanda: quando poteva chiedere l’istituto E. Fermi all’AIFI avendo vinto la causa? Quando ha chiesto? Perché ancor oggi ci tirano fango addosso (e “vigliaccamente” non nominano la scuola)? Ecco la sentenza del 23-1-2014, leggete bene e fatevi un’idea. Tribunale di PG 2013 vs Aifi . Questo è un sito di opinioni, la tua è preziosa! Qui la libertà di porsi domande non ha limite.

Da qui la nostra “salvezza”, da qui i Nostri guai.

Non essendo intervenuto atto di individuazione della figura del masso-fisioterapista come una di quelle da riordinare, né tantomeno atti di riordinamento del relativo corso di formazione o di esplicita soppressione, la professione (e relativa abilitazione) de qua è in sostanza rimasta configurata nei termini del vecchio ordinamento (L. 19 maggio 1971 n. 403, il cui art. 1, comma 1, ha conferito all’attività di massaggiatore e di masso-fisioterapista natura giuridica di libera professione – cfr. Cons. St., Sez. IV, 23.11.1985 n. 567), con conseguente conservazione dei relativi corsi di formazione (cfr. C.d.S., Sez. IV, 30.5.2011, n. 3218; sez. III, n. 3325/2013 cit.).

Questo è il ritornello-ricorsivo di innumerevoli sentenze del Consiglio di Stato. Quindi, cari amici, o avete fatto il corso nel 1971 o lo state facendo nel 2016, la sostanza non cambia! Impressionante non è vero? Dal 71 al 2016 mai cambiato nulla! Il riordino sancirebbe la pace e tutti noi MFT, avremmo ciò che ci spetta! Sia CHIARO, IL RIORDINO DEVE PARTIRE DAL 1971, (non dal 99 come qualcuno auspica…) ALL’ULTIMO ISCRITRiordino-MassofisioterapistaTO CHE DEVE ULTIMARE IL CORSO. Poi però, bisogna “fermarsi”!

Nei fatti, ad oggi, il MFT viene formato con un corso professionale triennale, accessibile dopo la scuola dell’obbligo e “spesso” in Istituti privati al costo di circa 15.000 Euro (intero triennio), riconosciuti e autorizzati dagli enti preposti; “spesso” questi corsi sono solo a pagamento. Cosa può fare il MFT dopo questo corso? Ce lo dice sempre il Consiglio di Stato: “il masso fisioterapista svolge le terapie di massaggio e fisioterapia in ausilio all’opera dei medici”. In buona sostanza viene formata una figura che svolge fisioterapia dietro prescrizione medica. Da qui, l’inevitabile furia dei Fisioterapisti. Per diventare Fisioterapista bisogna essere diplomati, fare il test d’ingresso all’università, passarlo, fare i tre anni di università…

Siccome la figura del MFT triennale è equipollente al diploma universitario di fisioterapia, vedi (DM 2000 27 luglio) e il Consiglio di Stato CDS-1105-15, non fa’ distinzioni tra chi si è diplomato nel 1974 o nel 2016, come è giusto che sia, il conflitto con i fisioterapisti è inevitabile ed in continua evoluzione. Vogliamo che sia sempre così? Questo conflitto crea una marea di problemi ai MFT, ci gettano fango addosso in tutte le salse, ma questo lo sapete già.

Quello che occorre fare e farlo presto, a mio avviso, è emendare (modificare) la legge 403/71, sancire l’equipollenza come da DM 2000 27 luglio a tutti i MFT pregressi fino alla fine dei corsi ancora in essere. Il destino e le competenze che scaturiranno dalla modifica della 403/71, è da definire con tutte le sigle che ad oggi rappresentano i MFT; sicuramente non si potrà continuare a formare un operatore che svolge fisioterapia in ausilio all’opera dei medici… Certo, di concerto con lo Stato, si può sempre chiudere la facoltà Universitaria di fisioterapia e lasciare aperte la scuole professionali “spesso” private e a pagamento di Massofisioterapia… È una battuta.

Cosa voglio dire con questo articolo?

Chi è contro il riordino, è contro la maggioranza di MFT che vogliono lavorare nella più totale serenità. Che vogliono sancito, con un decreto, il loro stato come da DM 2000 27 luglio. Serenità che non arriverà finché taluni saranno autorizzati a formare operatori che, diciamocelo chiaro, svolgono fisioterapia, a rigor di legge ci mancherebbe, ma nel bel mezzo di vessazioni continue che penalizzano tutta la categoria, in una guerra perenne, costosa, di continui disagi e umiliazioni solo per i MFT.

Leggetevi l’ultima lettera, strampalata e priva di fondamento,  che i fisioterapisti hanno inoltrato, attraverso la loro associazione agli organi competenti: LetteraAIFI. Presto Avranno la Nostra degna risposta! Ma noi ci dobbiamo unire. Ci insulteranno in tutte le salse finché non avremo il Nostro decreto!

Chi ci guadagna a far restare le cose nel limbo? Questa è la domanda! La mia risposta? Non di sicuro i MFT!! 🙂

Questo articolo rappresenta un’opinione e come tale va considerato…

Chiarimento…

Questo portale non è a pagamento. Il suo scopo è riunire tutti i MFT che, essendosi diplomati dopo il 1999, subiscono delle vessazioni, umiliazioni, e renderli edotti di tutto quello che succede, unirli alla Confederazione che le maggiori sigle stanno cercando di comporre. Appena la situazione sarà risolta, il sito continuerà ad esistere come una comunità libera di MFT. La registrazione è richiesta solo per motivi di sicurezza.

La prescrizione medica: si o no? Pre o post 99

prescrizione-medicaChi esegue terapie su un paziente è tenuto a farlo dietro prescrizione medica ed essendo in possesso di un titolo abilitante ad erogare tali terapie.

Anche se la giustizia tributaria non impone la presentazione congiunta, ai fini della detrazione, sia la ricevuta del terapista che la prescrizione medica (solo per i terapisti pre 1999, che cosa ridicola), nel malaugurato caso succedesse qualcosa al vostro paziente (o pre o post99), sareste colpevoli di abuso della professione medica e tutte le conseguenze dei danni arrecati.

“”Dispositivo dell’art. 348 Codice Penale

Fonti → Codice Penale → LIBRO SECONDO – Dei delitti in particolare → Titolo II – Dei delitti contro la pubblica amministrazione (artt. 314 – 360) → Capo II – Dei delitti dei privati contro la pubblica amministrazione

Chiunque abusivamente esercita una professione (1), per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato [2229] (2), è punito con la reclusione fino a sei mesi o con la multa da centotre euro a cinquecentosedici euro.

Note

(1) Il requisito dell’abusività richiede che la professione sia esercitata in mancanza dei requisiti richiesti dalla legge, come ad esempio il mancato conseguimento del titolo di studio o il mancato superamento dell’esame di Stato per ottenere l’abilitazione all’esercizio della professione. Integra il reato anche la mancata iscrizione presso il corrispondente albo.

(2) La Corte Costituzionale ha respinto la questione di legittimità costituzionale della norma in esame rispetto ai principi di tassatività e determinatezza con la sen. 27 aprile 1993, n. 199, che però ha al contempo affermato la natura di norma penale in bianco, in quanto necessita, a fini integrativi, del ricorso a disposizioni extra penali che stabiliscono i requisiti oggettivi e soggettivi per l’esercizio di determinate professioni.””

Chi decide quale farmaco va’ in flebo? Il medico in base alla sua diagnosi! Chi applica la flebo al paziente? L’infermiere abilitato.

Chi decide la FKT da erogare al paziente? Sempre il medico in base alla sua diagnosi! Chi applica le tecniche prescritte? Il terapista abilitato.

Riassumendo, ogni paziente va trattato al meglio, ma prima di tutto, deve esibire la corretta prescrizione medica, una copia della prescrizione rimarrà a voi insieme al consenso informato, un’altra pinzata alla ricevuta che riporterà le terapie eseguite come da prescrizione!

Fate firmare il consenso informato, ecco il modello in PDF.

cconsenso-informatoIl consenso informato è un importante documento che il professionista fa’ firmare al suo paziente; questo in primis per la sicurezza del paziente e non per ultimo per la tutela della propria attività professionale. Ecco un modulo già pronto, potete stamparne tante copie, è rapido e facile da compilare: consenso informatoW

 

L’Agenzia delle Entrate ci ripensa… Si a detraz. irpef con prescrizione.

Ecco un nuovo interpello di un collega che chiede all’ADE il rimlogo-agenzia-delle-164554borso IPERF per il suo paziente INTERPELLO . Tra qualche tempo, dovranno pure rimangiarsi le inutili circolari  (inutili in quanto, nemmeno impugnabili davanti al giudice perché trattasi di parere e non di atto ufficiale). Anche le baggianate sulla non equipollenza del titolo dopo il 99 è al lumicino!! Grazie a Sergio.

Documenti, leggi, ecc!

Mi dispiace non hai l’autorizzazione per vedere questo post, registrati al sito, è gratis! La registrazione è automatica, vedi nel menù laterale. Dopo la registrazione i contenuti (non tutti) saranno visibili dopo aver effettuato il login. Grazie. Tutta via, alcuni contenuti, saranno accessibili solo a chi dimostrerà di essere un vero MFT autentificandosi, per autentificarsi e accedere a tutte le informazioni del sito segui questo link nel menù in alto: MFT autentificato!

Dicono di noi…

Pubblico inteper intero un messaggio che mi è arrivato su FB stamattina in privato, a voi le conclusioni:

Un certo Fil.B.:

ma tu hai capito che menzionando il riordino ti sbattono fuori? lo sai che il codacons ha chiesto il riordino e sono stati querelati tutti compreso rienzi? losai che la clas action che ha pagato il ricorso al tar lazio per chidere riordino c’è ed è stata querelata?
tu ai che il riordino vuol dire ricomprendere la professione sanitaria non riordinata e che questa è configurata nei titoli fino al 2001 e il resto non può essere ripreso?
sai che significa? che gli avete detto a tutti che erano professione non riod da norme vigenti e poi che non lo erano più quando non los osono mai stati?
tu sai che chidere equipollenza oggi su sentenza cds 15 vuol dire riceverla in abilitazione solo per chi è non riordinato ai sensi dell’art 6 DGL 502-92 e gli altri sono irrimediabilmente fuori buoni solo per il terzo anno in università, perchè se fosse altrimenti vorrebbe dire che la formazione ha prevaricato la potestà dello stato dopoiando la professione sanitaria per 15 anni’
unicao modo di farla buona per questi e di far confluire tutto in un operatore senza futuro perchè la prescrizione tra poco non esisterà più, ci sarà fdiagnosi sulla quale se hai autonomia decidi cosa fare
cartella fisioterapica documento di fede privilegiata ad opera del fisoteapista sutonomo in allego alla diagnosi clinica
tu come operatore che fai? accessorio de che? atipico di cosa? nell’ultimo cds dice ai sensi della 403 e dm 76 tra prentesi per i progammi di studio, e ti chido per la abilitazione professionale di mansione?
sai cosa vuol dire il cds che hai esaminato? titolo smendibile come operatore, con programmi di studio del dm 76 ma senza le mansioni
vuoi sapere cosa gira e in mano a chi tempi piccili banche ecc?
vedi chi ti ha detto che iscrivendoti ti saresti accodato alla pretesa di riordino e fagli 2 domande se è vero o se sapeva già che eri fuori dal riordino come atipico
va bhe ok ciao, scommetto che comnci a capire
_________________________________

Sempre più equipollenza 3 TAR Lombardia…

equipollenzaIl TAR Milano non ha dubbi, leggetevi le sentenze del 2016 , inoltre in una sentenza i giudici sconfessano, finalmente, la porcata del DPCM 2011, asserendo che il Consiglio di Stato si è già espresso su analoga vicenda! Leggi.

DI DIRE BASTA

Estrapolato dalla sentenza 00094 del 19-02-16 https://www.giustizia-amminis
trativa.it/…/Docum…/index.html…

—“”Si pensi, per tutte, all’imposizione, in sede di integrazione dell’autorizzazione, di ben precisi obblighi informativi nei riguardi degli aspiranti frequentatori dei corsi, i quali debbono essere resi edotti in maniera chiara circa le prospettive professionali future.”” — E tu sei stato reso edotto in maniera chiara diventare-grandi-1circa le prospettive professionali future? Se le buffonate continuano, chi se lo prende in saccoccia è sempre ed unicamente il “tenete pagatore” e la sua famiglia CHE NON è STATA EDOTTA ABBASTANZA.. BISOGNA AVERE IL CORAGGIO !